Il LET Access è quasi ai titoli di coda. Mancano tre eventi alla fine della stagione quando si assegneranno le ‘carte’ per il Ladies European Tour 2023, il prossimo in Inghilterra e gli ultimi due in Spagna.

Sul percorso del The Melbourne Club At Brocket Hall, ad Hatfield, nei pressi di Welwyn Garden City, si disputa il Rose Ladies Open (23-25 settembre) con la partecipazione di sei proette italiane: Lucrezia Colombotto Rosso, Erika De Martini, Sara Berselli, Martina Flori, Clara Manzalini e Alessandra Fanali, alla prima gara da professionista e che nel prossimo ottobre parteciperà allo Stage 2 della Qualifying School del LPGA Tour, dopo aver vinto lo Stage 1.

Nel field nove tra le prime dieci della money list, delle quali cinque sono anche vincitrici stagionali: la ceca Sara Kouskova (n. 2), tre titoli, la tedesca Patricia Isabel Schmidt (n. 3), la neozelandese Momoka Kobori (n. 4), due successi, la dilettante olandese Lauren Holmey (n. 5) e l’australiana Kristalle Blum (n. 7). Al via anche la svedese Anna Magnusson (n. 6), l’inglese Gemma Clews (n. 8), l’austriaca Katharina Muehlbauer (n. 9) e la scozzese Hannah McCook (n. 10). Assente la tedesca Chiara Noja (n. 1), già sicura di avere l’ambita “carta”. Altre due le vincitrici nel 2022 in gara, Lucrezia Colombotto Rosso (suo il Terre Blanche Ladies Open a inizio anno) e l’amateur francese Nastasia Nadaud.

Tutte favorite, naturalmente, insieme all’azzurra, che con un nuovo successo potrebbe dare una svolta alla sua stagione. Vi sono, comunque, tante altre giocatrici in grado di dire la loro tra le quali ricordiamo l’inglese Eleanor Givens, la spagnola Noemi Jimenez, la transalpina Lucie Andrè e la finlandese Niina Liias. Il montepremi è di 65.000 euro.

Nella foto: Alessandra Fanali

L’articolo LETAS: Rose Open con sei italiane sembra essere il primo su Federgolf.