L’evento si terrà al Penina Hotel & Golf Resort, in Algarve. I tre azzurri in gara saranno Gregory Molteni, Nicola Maestroni e Andrea Perrino

Unità, collaborazione e sviluppo. Questi sono i tre obiettivi che la CPG (Confederation of Professional Golf) vuole raggiungere tramite il “PGAs Annual Congress”, l’evento che riunisce i rappresentati di professionisti di vari Paesi e federazioni per dare loro occasione di confronto e di scambio dove condividere idee, progressi e nuove soluzioni per migliorare la propria organizzazione e il golf nel suo complesso, nelle rispettive aree.

La manifestazione, che torna a distanza di due anni dopo l’annullamento per Covid, si svolgerà al Penina Hotel & Golf Resort, in Algarve, la regione più meridionale del Portogallo. Come da tradizione, oltre al congresso si giocherà l’ITC: l’International Team Championship, ovvero la sfida tra i rappresentanti delle nazioni associate alla PGA of Europe.

Si tratta della 32esima edizione della ITC e andrà in scena dal 29 novembre al 2 dicembre sul percorso del Championship Course, che viene definito “La casa del golf portoghese”. Si giocherà sulla distanza di 54 buche e saranno considerati i migliori due punteggi individuali giornalieri del team. Ogni nazione schiera i propri giocatori migliori. Rigorosamente Maestri. Per accedere al campionato non bisogna aver giocato oltre quattro gare in un qualsiasi tour nelle ultime due stagioni. E poi occorre un brillante risultato stagionale. Così il team Italia vede in campo Gregory Molteni (secondo al campionato Maestri), Andrea Perrino (quinto al PGAI Championship) e Nicola Maestroni (miglior Pro «non giocatore» nell’ordine di merito nazionale 2021). Gli azzurri proveranno a strappare il titolo all’Olanda, campione in carica dopo il successo ottenuto nel 2019. La squadra italiana, nell’ultima edizione del torneo, si classificò seconda alle spalle dei vincitori.

Nella foto, Nicola Maestroni

L’articolo International Team Championship, al via la sfida in Portogallo sembra essere il primo su Federgolf.