Il sudafricano Christiaan Bezuidenhout ha realizzato un ottimo “meno 11” e guida la classifica della Dimension Data Pro Am, ultima gara del trittico che ha aperto la stagione del Challenge Tour in Sudafrica, con tornei organizzati in collaborazione con il Sunshine Tour. L’evento si sta disputando sui tre percorsi del Montagu Course (par 72), dell’Outeniqua Course /par 72) e del The Links Course (par 73), tutti disegnati dall’icona del golf sudafricano Gary Player, a George. In gara 180 concorrenti, che giocano con formula pro am (un pro e un dilettante) e che si alterneranno sui tre tracciati con taglio dopo 54 buche. La classifica fa riferimento al par essendo differenti quelli dei tre campi.

Sono due gli azzurri in gara: Lorenzo Scalise, 25° con “meno 4” (68 Outeniqua Course, cinque birdie, un bogey) e Aron Zemmer, 68° con “meno 1” (72 The Links, cinque birdie, quattro bogey).

Christiaan Bezuidenhout (nella foto, credit Sunshine Tour), 25enne di Delmas e in evidenza sull’European Tour dove ha vinto l’Andalucia Masters (2019) e quest’anno è giunto secondo nel Dubai Desert Classic superato al playoff dall’australiano Lucas Herbert, ha segnato undici birdie senza bogey per il 61 sull’Outeniqua Course, lasciando a due colpi lo spagnolo Santiago Tarrio Ben (-9, Montagu Course).

Ottima prestazione, che ha entusiasmato i fans di casa, del grande campione Ernie Els, terzo con “meno 8” (64, Ou) insieme al portoghese Stephen Ferreira. I sudafricani si sono presi la scena, come era prevedibile essendo in gran numero, e ve ne sono altri cinque in quinta posizione con “-7”: Deon Germishuys, Haydn Porteous, George Coetzee, JC Ritchie e Jean Hugo, che sono affiancati dal tedesco Marcel Siem e dal neozelandese Daniel Hillier. Il montepremi è di 400.000 dollari (circa 365.000 euro).

Dopo la Dimension Data Pro Am vi sarà un lungo stop e il secondo circuito continentale riprenderà nella Repubblica Ceca con il Prague Golf Challenge dal 7 al 10 maggio.

I RISULTATI

L’articolo Challenge Tour: Bezuidenhout al proscenio, 25° Scalise sembra essere il primo su Federgolf.