Francesco Molinari inizia il 2020 dal “The American Express” (16-19 gennaio), torneo del PGA Tour che si svolge con formula pro-am (un pro e un dilettante) sui tre percorsi dello Stadium Course, del La Quinta CC e del Nicklaus Tournament Course a La Quinta in California, con taglio dopo 54 buche quando tutti i concorrenti si saranno alternati sui tre campi.

Molinari (nella foto), 37enne torinese. è rimasto a riposo per circa due mesi, con ultima apparizione nel DP World Tour Championship, evento finale dell’European Tour svoltosi a fine novembre, e appare ben deciso a ritornare ai livelli del 2018 e a risalire nel world ranking (attualmente 20°), dopo la stagione scorsa con alti e bassi e un solo successo (Arnold Palmer Invitational, PGA Tour).

Difende l’unico titolo in carriera, ottenuto quando l’evento aveva il nome di Desert Classic, Adam Long, 32enne di New Orleans (Louisiana), che ha scarse possibilità di ripetersi in un field che comprende, tra gli altri, Tony Finau, Rickie Fowler, Kevin Kisner, Zach Johnson, Cameron Champ, Brendan Steele, beffato domenica scorsa al playoff nel Sony Open dall’australiano Cameron Smith, assente nell’occasione, Brendon Todd, due successi in stagione, l’emergente Matthew Wolff e Phil Mickelson, ambasciatore dell’evento, secondo lo scorso anno e a segno nel 2002 e nel 2004. Da seguire anche il messicano Abraham Ancer, l’inglese Paul Casey e il coreano SungJae Im. Il montepremi è di 6.700.000 dollari.

Il torneo su GOLFTV – Il “The American Express” viene trasmesso in diretta e in esclusiva su GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it) con collegamenti ai seguenti orari: da giovedì 16 gennaio a domenica 19, dalle ore 21 alle ore 1. Commento di Nicola Pomponi e di Alessandro Bellicini

L’articolo PGA Tour: il 2020 di Francesco Molinari inizia dalla California sembra essere il primo su Federgolf.