La giapponese Ai Suzuki non ha fatto sconti e mantenendo con un 67 (-5) il ritmo alto nel giro finale si è imposta con 199 (67 65 67, -17) colpi nel TOTO Japan Classic, disputato al Seta Golf Club (par 72) di Sjoga in Giappone, uno degli eventi a numero chiuso (78 concorrenti) che caratterizzano il finale di stagione del LPGA Tour.

La Suzuki (nella foto), 25enne di Tokushima, ha siglato il primo titolo sul circuito, che si aggiunge ai 14 ottenuti sul Japan LPGA, mettendo a segno cinque birdie senza bogey che non hanno concesso alcuna possibilità alle più dirette avversarie: la coreana Hyo Joo Kim, seconda con 202 (-14), e l’australiana Mnjee Lee, terza con 205 (-11).

Bella prestazione della rookie Jennifer Kupcho, quarta con 206 (-10) insieme alla cinese Jing Yan, e sesta posizione con 207 (-9) per le nipponiche Sakura Koiwai ed Erika Kikuchi, per la cinese Shanshan Feng e per la messicana Gaby Lopez, che seconda dopo il turno centrale, sperava di festeggiare in un modo migliore il suo 26° compleanno. Prestazione nell’anonimato per altre attese protagoniste: la thailandese Ariya Jutanugarn, 20ª con 212 (-4), Lexi Thompson e la coreana Jeongeun Lee6, 24.e con 213 (-3), la neozelandese Lydia Ko, 32ª con 214 (-2), e la giapponese Nasa Hataoka, campionessa uscente, 52ª con 217 (+1).

I RISULTATI

L’articolo LPGA: Ai Suzuki non fa sconti nel Japan Classic sembra essere il primo su Federgolf.