La Delegazione Regionale informa che sul sito dell’Open d’Italia è possibile accreditarsi come spettatore durante le giornate della manifestazione in programma dal 12 settembre fino al 18 settembre. L’ingresso all’evento è GRATUITO.

Il programma e modulo di registrazione sono disponibili qui.

Il Comunicato Stampa della Federazione Italiana Golf (articolo originale disponibile sul sito ufficiale FederGolf):

Presentato al Salone d’Onore del CONI il massimo torneo nazionale che, dal 15 al 18 settembre (con Rolex Pro-Am in programma mercoledì 14), al Marco Simone Golf & Country Club vedrà in gara i top player internazionali

Field delle grandi occasioni, montepremi di 3 milioni di euro e ingresso gratuito previa registrazione

L’evento, inserito nel calendario del DP World Tour, verrà trasmesso in diretta su Sky Sport. Ospite d’onore il trofeo della Ryder Cup che nel 2023 si disputerà proprio su questo percorso

I campioni Major, tre tra i migliori undici giocatori al mondo. E ancora: il capitano del team Europe alla Ryder Cup 2023, i talenti del golf continentale e mondiale, gli azzurri che sognano l’impresa. E’ ormai tutto pronto per il DS Automobiles 79° Open d’Italia, tra i tornei di punta del DP World Tour in programma dal 15 al 18 settembre 2022 (ad anticipare la competizione sarà, mercoledì 14, la Rolex Pro-Am) al Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma). Sul percorso che il prossimo anno ospiterà, per la prima volta in Italia, la sfida tra Vecchio Continente e Usa, sarà grande spettacolo. Dal nordirlandese Rory McIlroy, numero tre mondiale, al norvegese Viktor Hovland e all’inglese Matt Fitzpatrick, rispettivamente al decimo e all’undicesimo posto del world ranking. Field delle grandi occasioni, con i top player internazionali che si contenderanno un montepremi complessivo di 3 milioni di euro.

Uno show per tutti, anche per i bambini, tra sport e divertimento con il Family Open. L’ingresso è infatti gratuito (previa registrazione su www.openditaliagolf.eu). Un segnale importante quello lanciato dalla Federazione Italiana Golf, in accordo con l’Official Advisor Infront, che punta ad avvicinare sempre più persone ad uno sport in continua espansione. E un volano per il turismo. La competizione verrà trasmessa in diretta su Sky Sport, ospite d’eccezione il trofeo della Ryder Cup.

La conferenza stampa di presentazione – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia è stato presentato al Salone d’Onore del CONI alla presenza, tra gli altri, di: Giovanni Malagò, Presidente del CONI; Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio; Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma; Franco Chimenti, Presidente della Federazione Italiana Golf; Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2023; Filippo Celli, golfista azzurro campione del mondo nel World Amateur Team Championship/Eisenhower Trophy. Ha moderato la conferenza Marco Cherubini, giornalista del TG5.

Da McIlroy a Fitzpatrick, dai fratelli Molinari a Donald. Field delle grandi occasioni per un evento con vista Ryder Cup – Tra i campioni Major ecco Rory McIlroy, che ha recentemente conquistato la FedEx Cup distinguendosi come l’unico giocatore ad averla fatta sua per tre volte. Con il nordirlandese pure il britannico Fitzpatrick (troverà in campo il fratello Alex), che lo scorso giugno ha vinto lo US Open, e il torinese Francesco Molinari. Primo azzurro a imporsi in un Major nel 2018 (il The Open), proverà ora a diventare anche il primo italiano a calare il tris di successi nella massima rassegna del green tricolore dopo le affermazioni del 2006 e del 2016. Tra gli assi della manifestazione, inoltre, il norvegese Hovland, uno dei migliori talenti del golf internazionale. McIlroy è anche il leader del DP World Tour Rankings, che vede Fitzpatrick al terzo posto e Hovland al quarto.

Prove di Ryder Cup al Marco Simone Golf & Country Club dove c’è attesa per Luke Donald, capitano del team Europe nella 44esima edizione dell’evento. Con lui i vicecapitani: il torinese Edoardo Molinari e Thomas Bjorn. A difendere il titolo sarà invece il danese Nicolai Hojgaard (tra i concorrenti pure il fratello Rasmus). Tra i past winner ecco pure, tra gli altri, Thorbjorn Olesen (2018) e Tyrrell Hatton (2017). Puntano in alto l’australiano Min Woo Lee, gli spagnoli Rafa Cabrera Bello, Adri Arnaus e Pablo Larrazabal, il francese Victor Perez, lo scozzese Robert McIntyre, il neozelandese Ryan Fox, l’americano Kurt Kitayama, i sudafricani Justin Harding, Brandon Stone, Dean Burmester, Daniel Van Tonder e George Coetzee.

Gli azzurri per l’impresa – Non solo i fratelli Molinari. Tanti gli azzurri che cercheranno l’impresa. Dal vicentino Guido Migliozzi al pugliese Francesco Laporta (miglior italiano all’Open sia nel 2019 che nel 2021, quando si classificò quarto), passando per il bresciano Nino Bertasio, il fiorentino Lorenzo Gagli e i romani Renato Paratore, Andrea Pavan e Filippo Celli. Con quest’ultimo che dopo aver fatto suo il The European Amateur Championship ha prima conquistato la “Silver Medal” al The Open e poi la medaglia d’oro nel Campionato del Mondo a squadre per dilettanti insieme a Pietro Bovari e a Marco Florioli.

Per i giocatori europei in palio punti importanti per la qualificazione alla Ryder Cup 2023 – Con il BMW PGA Championship (8-11 settembre a Wentworth, in Inghilterra) si apriranno le qualificazioni, per i giocatori continentali, per assicurarsi un posto in squadra nel team Europe alla Ryder Cup 2023. Il DS Automobiles 79° Open d’Italia rappresenterà dunque la seconda tappa di qualificazione verso il grande appuntamento del prossimo anno.

Formula di gara e montepremi. Ad anticipare la sfida sarà la Rolex Pro-Am – Il torneo si giocherà sulla distanza di 72 buche (18 al giorno). Dopo i primi due giri il taglio lascerà in gara i primi 65 classificati e gli eventuali pari merito al 65° posto. Il montepremi è di 3.000.000 di euro, con prima moneta di 510.000 euro. Ad anticipare la competizione sarà la Rolex Pro-Am.

Il torneo in diretta su Sky Sport – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia verrà trasmesso in diretta su Sky Sport Action e in streaming su NOW per tutte e quattro le giornate di gara, a partire dalle ore 13:30 di giovedì 15 settembre. Telecronache e commenti saranno affidati ad Alessandro Lupi, Roberto Zappa, Marco Cogliati e Massimo Scarpa, che affiancherà anche Francesca Piantanida negli appuntamenti con lo “Studio Golf”.

Ospite d’eccezione, il trofeo della Ryder Cup – Il trofeo della Ryder Cup, sempre più un’icona popolare, verrà esposto in bella mostra in una tenda dedicata al Villaggio Commerciale dell’Open d’Italia e sarà a disposizione per foto e selfie dal 15 al 18 settembre.

Il Family Open organizzato dal Comitato Regionale del CONI Lazio – Una festa di sport e divertimento. Dalle ore 9.00 alle 19.00 i bambini, con il supporto di educatori qualificati del CONI Lazio e di tecnici federali, potranno svolgere discipline e attività ricreative, dinamiche e coinvolgenti come, tra le altre: pallacanestro, scherma, vela (simulatore con barca), tennis, pugilato, tiro a segno, tiro con l’arco. Il tutto in collaborazione con la Regione Lazio. Per un Open coinvolgente ed entusiasmante, anche per i più piccoli che, grazie all’attrezzatura US KIDS e alle attività propedeutiche proposte, punta far avvicinare sempre più bambini al mondo del golf.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI – All’ingresso del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI saranno a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

L’ottava volta nel Lazio – Per l’ottava volta l’Open d’Italia si giocherà nel Lazio – Regione ormai dalla importante tradizione golfistica – dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980), le due all’Olgiata (2002 e 2019) e al Marco Simone (1994, 2021).

The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup – Spirito di gruppo, gioco di squadra, rispetto delle regole e degli avversari. In una competizione che punta a far respirare alle nuove leve l’atmosfera unica della Ryder Cup. Domenica 18 settembre al Marco Simone Golf & Country Club andrà in scena la “The 5th Junior Road to the 2023 Ryder Cup”, ormai tradizionale sfida tra i 12 migliori under 14 del Team Lazio e i 12 migliori under 14 del Team Italia, capitanati rispettivamente da Gianluca Baldasso e Gianmarco Libardi.

Il Marco Simone Golf & Country Club vestito a festa per accogliere i grandi campioni internazionali – Il Marco Simone Golf & Country Club ha già ospitato la competizione nel 1994, quando a imporsi fu l’argentino Eduardo Romero, e nel 2021, quando a conquistare il titolo fu il danese Nicolai Hojgaard. Nel circolo della famiglia Biagiotti, su un campo – progettato anche per le sfide match play – completamente rinnovato e all’avanguardia, che già lo scorso anno conquistò tutti i campioni in gara, sarà spettacolo assicurato. Su un percorso “green” ed ecosostenibile, che è già diventato un punto di riferimento a livello internazionale.

I Partner – Il DS Automobiles 79° Open d’Italia, con il Patrocinio di Regione Lazio, del Comune di Roma, del Comune di Guidonia Montecelio e del CONI, ha il supporto di: DS Automobiles (Title Sponsor), Rolex (Main Sponsor e Title Sponsor della Pro Am), Regione Lazio (Main Partner Istituzionale), Fideuram (Official Bank), DP World (Official Sponsor), Fortinet (Official Sponsor), Fly Emirates (Official Sponsor), Kappa (Technical Sponsor), Acqua San Bernardo (Official Supplier), Rinascente (Official Supplier), Bisol 1542 (Official Sparkling Wine), Posteassicura (Official Supplier), Costa Crociere (Official Supplier), Hilton (Official Supplier), Faema (Official Supplier), Sharp (Technical Supplier), Deloitte (Official Supplier), Titleist (Technical Supplier), RDS (Official Radio), Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Infront (Official Advisor).

 

Dichiarazioni istituzionali conferenza stampa DS Automobiles 79° Open d’Italia

Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport – “Il percorso di avvicinamento alla Ryder Cup 2023 che l’Italia si è aggiudicata 7 anni fa è stato lungo, ma quello che conta è che siamo arrivati quasi al taglio del nastro. Il Marco Simone Golf & Country Club, intanto, sarà protagonista di un evento internazionale di grande importanza come gli ‘Open d’Italia’ che vedrà in gara i migliori golfisti a contendersi il prestigioso trofeo. La particolarità di questo sport è che può essere praticato con una diffusione geografica e stagionale veramente molto ampia e fruito da una platea di milioni di golfisti sparsi in ogni parte del mondo. In un momento di grande apprensione per la crisi energetica questa disciplina rappresenta un modello virtuoso, green e sostenibile, praticata all’aria aperta che coniuga il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente con uno stile di vita sano nel quale la godibilità dei luoghi è preminente rispetto al tempo che, comunque, sembra perdere di importanza durante la competizione. Uno sport all’insegna del relax, che coniuga la bellezza con la plasticità del movimento. Questo evento è una grande opportunità per il nostro Paese e una vetrina per l’Italia, le sue bellezze e il Made in Italy, ma, soprattutto, celebra il ritorno dei grandi eventi sportivi e della socialità lungamente attesi.”

Giovanni Malagò, Presidente del CONI – “L’Open d’Italia è un appuntamento imperdibile per i contenuti tecnici che è destinato a regalarci, grazie alla partecipazione dei più importanti interpreti del movimento, e per la tradizione che lo caratterizza da sempre. Sarà un’altra grande vetrina per la Federgolf che continua a ottenere meritati e storici risultati, la premessa più significativa in attesa della Ryder Cup 2023, evento che ci dà un prestigio sportivo assoluto a livello mondiale”.

Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio – “Oggi è una vittoria collettiva. Insieme, in questi anni, abbiamo costruito politiche ed eventi che nessuno immaginava. Non c’era un sistema, ma ce l’abbiamo fatta. Siamo riusciti a mettere in campo una visione a lungo termine e grandi investimenti: il risultato è un evento sportivo di levatura mondiale. Roma può diventare una sede fondamentale per il golf italiano e internazionale”.

Alessandro Onorato, Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda di Roma Capitale – “La città di Roma dopo anni ha finalmente recuperato la centralità che le spetta nell’ospitalità dei grandi eventi, che generano importanti ricadute economiche sul territorio in ambito turistico e nell’indotto. La collaborazione di Roma Capitale con la Federazione Italiana Golf, con il CONI, con Sport e Salute e con la Regione Lazio è preziosa e consentirà di valorizzare nella città e tra gli appassionati il 79°Open d’Italia, un appuntamento che anticipa la Ryder Cup del 2023 e che produrrà ricadute economiche e di promozione turistica anche negli anni a seguire. Perché gli appassionati di golf vorranno tornare negli anni per giocare sul campo iconico del Marco Simone dove hanno giocato i loro idoli sportivi nelle competizioni internazionali”.

Franco Chimenti, Presidente Federazione Italiana Golf – “Stiamo per vivere un Open d’Italia senza precedenti, con campioni di fama mondiale che ci proiettano da subito nella magica atmosfera della Ryder Cup. La presenza in gara di Rory McIlroy – vincitore della FedEx Cup, numero 3 al mondo ed icona del golf europeo – rappresenta un sogno che diventa realtà. Oltre a McIlroy, potremo ammirare da vicino tantissimi altri campioni come Matt Fitzpatrick, Viktor Hovland e il capitano del Team Europe: Luke Donald. Sono certo che anche i nostri azzurri punteranno in alto, pronti ad esaltarsi davanti al pubblico di casa su un percorso spettacolare come quello del Marco Simone Golf & Country Club. Grazie al nostro advisor Infront e a tutti gli sponsor che contribuiranno al successo dell’evento. I miei ringraziamenti vanno poi alle Istituzioni: dal CONI al Governo, dalla Regione Lazio, che supporterà anche quest’anno l’evento puntando sulle potenzialità di crescita del golf, al Comune di Roma che crede fortemente nel Progetto Ryder Cup 2023, fino al Marco Simone Golf & Country Club e al Comune di Guidonia Montecelio. Il golf italiano sta attraversando un momento storico di grande sviluppo, lo strepitoso successo nei Campionati del Mondo a squadre dimostra la straordinaria forza del nostro movimento, con il numero dei tesserati che, ad oggi, ha già eguagliato i dati complessivi di dicembre 2021. L’Open d’Italia confermerà l’appeal di uno sport trasversale e sempre più accessibile”.

Gian Paolo Montali, Direttore Generale Progetto Ryder Cup 2023 – “L’Open d’Italia, il cui prestigio cresce di anno in anno, si conferma la punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2023. In questa edizione, inoltre, l’ingresso sarà gratuito. Una scelta, per la quale va ringraziato il nostro advisor Infront, che permetterà a tutti di vivere l’emozione di ammirare dal vivo un fenomeno come McIlroy e tifare da vicino per i nostri azzurri. Dopo il restyling del percorso di gara, nel rispetto del cronoprogramma, la presenza in campo di giocatori di primo piano, stimolati anche dalla partecipazione del Capitano del Team Europe, Luke Donald, rappresenta un altro significativo passo in avanti verso la sfida Europa-Usa che lascerà al territorio una legacy tangibile in termini di interventi infrastrutturali grazie al supporto della Regione Lazio e alla collaborazione del Comune di Roma e degli altri comuni interessati dall’evento. Il progetto Ryder Cup 2023, avviato dalla FIG 6 anni fa, prosegue con coerenza, mettendo al centro l’inclusione sociale con “Golf a Scuola”, Golf è Donna” e “Golf4Autism”. Tutti gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti, con la valorizzazione del territorio e il turismo golfistico in primo piano grazie all’organizzazione di grandi tornei internazionali come l’Open d’Italia”.

Alessandro Giacomini, Managing Director Infront Italy – “Siamo orgogliosi del lavoro realizzato insieme alla Federazione per il DS Automobiles 79° Open d’Italia. Anche quest’anno siamo riusciti a coinvolgere nuovi sponsor e a riconfermare tutte le aziende che hanno investito nelle scorse edizioni. In particolare, possiamo annoverare brand internazionali come DP World, Fortinet e Hilton, aziende che sono già legate al mondo del golf all’estero e hanno deciso di investire sull’Open, ampliando il loro impegno e rendendo sempre più internazionale la manifestazione. Come Official Advisor della Federazione, abbiamo investito molto per dare un’importante visibilità all’evento, grazie all’accordo con Sky e stiamo lavorando per accogliere aziende, istituzioni e stakeholder nella nostra area hospitality, affinché anche chi ancora non ha vissuto l’atmosfera di questo importantissimo evento sportivo, possa respirare la passione e i valori di questo sport direttamente sul campo. Insieme alla Federazione gestiamo inoltre tutti gli allestimenti, inclusi l’area ospitalità e il villaggio commerciale, che diventa sempre più importante affinchè le aziende sponsor possano sviluppare attività B2B e B2C in un luogo esclusivo ma accessibile al grande pubblico. Insieme alla Federazione abbiamo infatti deciso di rendere gratuito l’ingresso per appassionati e famiglie, così da avvicinare al movimento sempre più persone”.

Eugenio Franzetti, Managing Director di DS Automobiles Italia –“Siamo molto orgogliosi di prendere parte al DS Automobiles 79° Open d’Italia 2022, un appuntamento sportivo in perfetta sintonia con la nostra clientela alla ricerca di espressione personale e sempre più attenta all’ambiente. È quindi il contesto ideale dove far conoscere al grande pubblico la nostra visione pionieristica della mobilità del futuro. Zero emissioni, zero rumore e zero vibrazioni: sono gli obiettivi che ci poniamo quotidianamente per realizzare vetture belle, innovative e rispettose dell’ambiente, gli stessi valori green che ogni giorno si vivono sui campi di golf. Dunque, un approccio vincente, confermato dai successi commerciali, che ci consente di guardare al domani con crescente fiducia e ambizione”.

Lavinia Biagiotti Cigna, Presidente Marco Simone Golf & Country Club – “Il Marco Simone Golf & Country Club rappresenta l’avanguardia del golf internazionale: il livello tecnico altamente innovativo si unisce alla massima ricerca nella sostenibilità, insieme all’impegno di appassionare e crescere una nuova generazione di golfisti. “Playing the future” è il motto con cui accogliamo le leggende del golf mondiale che partecipano al DS Automobiles 79° Open d’Italia, un’edizione di eccezione ad un anno dalla Ryder Cup!”